Come arredare il bagno

Spesso è la prima operazione di ristrutturazione che ci troviamo ad affrontare, vediamo come cavarcela al meglio!

Linee guida da seguire

Spesso ci troviamo a dover realizzare un secondo bagno, quasi sempre di servizio, e non si hanno a disposizione molti metri quadri. Ma se correttamente seguiti da professionisti nel settore, questo piccolo difetto non si noterà, basterà calibrare lo spazio e seguire dei piccoli accorgimenti e il bagno risulterà quasi dilatato. Tutto sta nel corretto equilibrio di luci, colori e oggetti, per non far risultare lo spazio angusto e opprimente.

A Roma la Normativa non dà indicazioni sulla misura minima in metri quadri di un bagno, ma possiamo portare ad esempio il regolamento edilizio di Milano che stabilisce una superficie minima di 3,5 mq per il primo o singolo bagno, che sembra pochissimo! Ma, come vedremo in seguito, adottando i giusti accorgimenti non sembrerà più così piccolo.

Prima di vedere nello specifico quali sono i consigli da adottare, diamo uno sguardo ai costi per un ristrutturazione completa: un prezzo medio per un bagno tra i 3 e i 5 mq va da 2.200 € a 3.500€ circa.

bagno1_architecture_styling_arch-style

Photo Credits: Pinterest/mondodesign.it

CONSIGLI PRATICI

UTILIZZARE SANITARI SOSPESI

La luce che passa al di sotto alleggerisce l’effetto ottico rendendo l’ambiente meno pesante e vedendo quindi più pavimento l’ambiente risulta più grande.

UTILIZZARE GLI SPECCHI

Utilizzare uno o due specchi aiuta la percezione di dilatazione dello spazio.

UTILIZZARE COLORI FREDDI

I colori freddi, come il bianco il blu e il verde, danno la percezione di ingrandire lo spazio.

UTILIZZARE RIVESTIMENTI SENZA FUGHE O GRANDI FORMATI

Rivestimenti come la resina o il cemento essendo stesi senza fughe rendono l’ambiente libero. Anche il grande formato ottiene lo stesso risultato (diminuiamo così la presenza delle fughe).

CREARE DELLE NICCHIE

Utili come portaoggetti che non ingombrano lo spazio circostante.

UTILIZZO DI LUCI E STRISCE LED NEI PUNTI GIUSTI

L’utilizzo ad esempio di strisce led negli spigoli del bagno contrasteranno la percezione della dimensione del bagno e otterranno l’effetto di non riuscire a quantificarlo.

USARE PORTE SCORREVOLI

Per l’ingresso al bagno meglio optare per porte scorrevoli che non invadono l’ambiente.

UTILIZZARE CASSETTE DI SCARICO INTERNE AL MURO

Sempre nell’ottica di liberare lo spazio percepito.

ACCORGIMENTI TROMPE-L'OEIL

Utilizzare per esempio una carta da parati con una bella immagine che sfonda lo spazio.

NON UTILIZZARE RIVESTIMENTI FINO AL SOFFITTO

Un rivestimento troppo alto dà la percezione di entrare in un ambiente angusto.

LAVORARE SULLA PERCEZIONE DI CHIAREZZA

Dovrà necessariamente essere un ambiente ordinato per avere l’effetto di pulizia, ordine e ariosità.

BOX DOCCIA IN VETRO SENZA TELAIO

L’assenza del telaio gioca un ruolo fondamentale nella leggerezza dell’ambiente.

VEDIAMO DEGLI ESEMPI PRATICI

Photo Credits: Pinterest/startpreventivi.it